Progetto

PlaYOURope è il format che in poco più di 15 minuti vuole raccontare la politica di coesione dell'UE ed i suoi principali strumenti il Fondo Sociale Europeo (FSE) e il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR).

In parole semplici vi racconteremo attraverso interviste a testimonial in che modo questi fondi riescono ad esempio a sostenere l'occupazione, aiutare i cittadini a trovare posti di lavoro migliori e assicurare opportunità lavorative più eque per tutti. Vi spiegheremo anche in che modo, grazie a questi strumenti, è possibile consolidare la coesione economica e sociale dell'Unione europea correggendo gli squilibri fra le regioni.

All'interno di ogni puntata sono inserite le storie di chi, grazie a questi fondi, è riuscito ad esempio ad avviare una propria start-up ad alto contenuto di innovazione tecnologica, a rimuovere delle barriere architettoniche che impedivano la fruizione di spazi comuni o ancora a restituire alla cittadinanza beni dell'immenso patrimonio culturale a cui non si poteva più accedere.

Di più: gli episodi contengono al loro interno anche un glossario (uno spazio WikiYOURope) che spiega in poco più di un minuto alcuni aspetti più controversi legati alla politica di coesione.

 

PlaYOURope è nato dalla collaborazione tra Cesar, A.Di.S.U. e l'Associazione L'Officina con lo scopo di comunicare in modo efficace (con il supporto aggiuntivo di contenuti audio) le tante azioni della politica di coesione dell'UE che spesso non vengono comunicate nel modo corretto.

Rientra nel più ampio progetto di comunicazione Gi.Ra.Re. (Giovani e Radio per la politica Regionale) che intende aprire degli spazi di confronto e discussione tra giovani di diverse Regioni d'Italia sull'impatto che gli strumenti della politica di coesione hanno nella vita quotidiana dei cittadini (con particolare interesse per il pubblico più giovane). L'approccio è quello interregionale, per offrire una panoramica completa delle attività finanziate e realizzate, ma particolare attenzione viene dedicata alle azioni intraprese all'interno della Regione Umbria.